11 gennaio – Profumo di gelsomino

Profumo di gelsomino

Quattro ore per raccoglierlo. Una finestra dalle 12 alle 18. Perché di quel fiore interessa il profumo che sparisce se si schiude.

Una corsa contro il tempo tutti i giorni, dal 1946 per quattro generazioni dei Colicchia di Trapani che con il gelsomino lo trasformano in granita.

Il gelsomino va raccolto dalle 12 alle 18 quando ancora è chiuso, all’imbrunire il fiore si apre ed emana il caratteristico profumo.

Quel profumo che serve, invece, per la granita. Il fiore ancora chiuso viene messo a macerare nell’acqua secondo un certo dosaggio e chiuso ermeticamente: durante la notte le molecole dell’acqua assorbono il profumo, la mattina viene filtrato. Ma il vero segreto che fa della granita dei Colicchia qualcosa di eccezionale è un piccolo trucco saper strizzare un poco i fiori e poi assaggiare di tanto in tanto il prodotto.

In Italia viene consumata ogni anno una tonnellata di gelsomino.

La Sicilia è la prima regione per il numero di aziende agricole che producono piante officinali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *