13 gennaio – Il Parmigiano dei Sikh

Il Parmigiano dei Sikh

Senza i Sikh metà della produzione del Parmigiano Reggiano non ci sarebbe. Gli immigrati indiani di religione Sikh sono il 60% dei lavoratori impiegati negli allevamenti di vacche da latte in Emilia Romagna. I Sikh sono molto ricercati dalle aziende zootecniche perché considerano le vacche sacre e le trattano in modo eccellente.

In Abruzzo – secondo dati della Coldiretti – i pastori sono il 90%, in particolare macedoni, rumeni e albanesi.

Gli immigrati hanno rimpiazzato in un lavoro duro e che non conosce soste gli italiani. Anche in Sardegna regione con una fortissima tradizione pastorale, i pastori immigrati (per lo più marocchini e rumeni) sono il 20% del totale.

 

One comment to “13 gennaio – Il Parmigiano dei Sikh”
  1. Abbiamo molto da imparare dalla tradizione orientale. I sikh vedono nelle creature, animali e vegetali, il loro Creatore. Di conseguenza tutto cio che essi curano o producono viene fatto nella piu alta forma religiosa. Non mi sorprende dunque leggere che siano molto richieste le loro competenze nelle aziende. Non sono gli unici apportatori di buone pratiche . Spesso nella nostra miopia vediamo solo i lati negativi dello stranieto invasore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *