14 gennaio – I top gun tricolori

I top gun tricolori

Solo il 5 per cento di quelli già ammessi alla scuola di pilotaggio proseguono l’addestramento e diventano pilota. Pilota di Marina.

Una selezione durissima fatta da tantissimi filtri e che, dopo tre anni di formazione nelle scuole della Marina americana, porta a una quotidianità fatta di decolli e appontaggi da brivido su una pista galleggiante poco più lunga di 200 metri.

Sono i “top gun”, dal film che negli anni ’80 ha reso celebre l’aviazione di marina, che in Italia colavo sui 16 AV-8B Harrier II, velivoli a decollo corto e atterraggio verticale, con il tricolore con le quattro repubbliche marinare. Tra non molto arriveranno gli F-35 B e per quei nuovi velivoli la portaerei Cavour tornerà in cantiere per essere adeguata.

Non è una vita da film quella dei piloti dell’aviazione di Marina. Regole rigide, addestramento costante, aggiornamento continuo.

E poi continui spostamenti con le portaerei nei vari teatri operativi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *