15 gennaio – Pedavena, una birra e un paese

Pedavena, una birra e un paese

Per alcuni è la migliore birra italiana della sua categoria. Ed è ricercatissima dagli intenditori. Il nome deriva dal comune dove si produce, Pedavena appunto dal 1897, ed è prodotta esclusivamente con acqua oligominerale delle sorgenti dei monti Oliveto e Porcilla situate ai piedi delle vette feltrine, nel bellunese.

La Pedavena era destinata a sparire. Nel 2004, a 30 anni dall’acquisizione dalla famiglia Luciani che l’aveva fondata, l’Heineken ne decise la chiusura. “Una fabbrica-paese sana, con bilanci in attivo e frequenti premi per la qualità della birra prodotta” hanno scritto Raffaela Gabrielli  e Alessandro Tibolla nel libro “Una fabbrica-paese” che ha raccontatao la lotta per tenere aperta la birreria e con lei il paese in cui si identifica e fonde.

Si mobilitò non solo il “paese”, fu una vera e propria sollevazione popolare.

Il 10 gennaio del 2006 Pedavena trovò un nuovo azionista e pochi mesi dopo riprese gradualmente la produzione.

 

L’Italia – dati Assobirra – produce oltre 14 milioni di ettolitri (la Germania sfiora i 100 milioni). Il consumo di birra in Italia nel 2016 ha segnato un +1,6%, raggiungendo 19 milioni di ettolitri a fronte dei 18,7 milioni del 2015. Parallelamente, cresce anche il consumo pro-capite, passando dai 30,8 litri per abitante nel 2015 a 31,5 nell’anno successivo, un dato importante perché segna il valore più alto dalla crisi economica del 2008.

Secondo dati dell’Osservatorio Birra “il giro d’affari dei maggiori produttori di birra è stimabile in circa 2 miliardi di euro nel 2016, con una crescita nell’ultimo decennio del 21% (stima su dati Istat)”. Le prime dieci aziende (per fatturato) che coprono l’86,1% circa del volume d’affari dell’intero comparto italiano.

La novità degli ultimi annoi è costituita dai microbirrifici in Italia, arrivati a più di 500 unità nel 2015 (fonte Assobirra). Questo trend di crescita delle imprese, grandi e piccole, industriali ed artigianali, ha creato nuova occupazione. E lo ha fatto con tassi di crescita inusuali nel nostro Paese: i dipendenti diretti sono saliti del 34% tra il 2010 e il 2015, mentre nello stesso periodo di tempo in Italia l’occupazione complessiva è calata dello 0,3% (fonte Istat).

Foto: Birra Pedavena

One comment to “15 gennaio – Pedavena, una birra e un paese”
  1. Non conosco questa birra ma se un paese l’ ha difesa cosi tanto allora è da provare . Interessante e da imitare che i cittadini difendano un loro prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *